Festival Psicologia 2017 – Viaggio nelle emozioni

festival della psicologia 2017

“Con il viaggio la psicologia condivide per costituzione i due ingredienti principali: la curiosità che spinge alla conoscenza e il desiderio di trasformazione. Cambiare significa avere un sogno, un movente, un orizzonte a cui tendere, qualcosa da lasciare, e significa darsi il giusto tempo, saper leggere la mappa di partenza, mettere nel bagaglio le risorse a disposizione, scegliere il passo. Anche se il punto di arrivo si chiarisce nel percorso, quello che genera conoscenza e produce un mutamento autentico passa necessariamente attraverso l’universo emotivo. 

Esplorare, amare, ridere, vincere, perdere, condividere, essere uomini e donne che si confrontano con le proposte e i paradossi della contemporaneità, soggetti attivi nel cambiamento che accade: le emozioni compongono l’alfabeto con cui leggiamo e interpretiamo la realtà e attraverso le emozioni trasformiamo noi stessi, le nostre relazioni, il nostro mondo. La psicologia conferma in questo orizzonte il suo essere una pratica, che legge e accompagna i processi di cambiamento, facilita i progetti di trasformazione, aiuta a sciogliere i nodi. “

Con queste parole l’Ordine degli Psicologi del Lazio promuove il Festival della Psicologia 2017.

Dal 25 al 29 maggio, in alcune delle location più suggestive di Roma, un palinsesto di 9 eventi e più di 40 ospiti del mondo della cultura, delle istituzioni e dello spettacolo.
I temi saranno: il viaggio come metafora del cambiamento, i comportamenti che la rete induce negli adolescenti, compreso il cyberbullismo, l’amore, la convivenza nei territori, con particolare attenzione ai luoghi colpiti dal terremoto, le emozioni che accompagnano lo sport, gli stereotipi di genere, le relazione tra il vero e il falso nell’epoca della post verità, l’ironia.

Inoltre, entro il 31 maggio sarà possibile scaricare un voucher che darà diritto a un incontro gratuito con uno psicologo e/o psicoterapeuta e alla possibilità di proseguire un percorso a prezzi contenuti.
altrove* aderisce al festival con i suoi professionisti: Antonietta Dattola e Marzia Roberto.

Tutti i dettagli dell’iniziativa sul sito http://festivalpsicologia.it/

Possiamo essere consapevoli durante i lavori domestici?

articolo psicologia: Possiamo essere consapevoli durante i lavori domestici?

Molte attività  quotidiane vengono svolte senza voglia, con molta fretta, mentre la mente si perde vagando chissà dove da pensiero a pensiero.

Quando non riusciamo a rimanere concentrati su un’idea e stiamo già pensando alla cosa successiva è perché la immaginiamo più piacevole? Quando incontriamo un amico stiamo già riflettendo sull’appuntamento che avremo l’indomani?

Svolgere  le nostre attività  in questo modo, spesso è piacevole, ci fa essere immersi in qualcosa che sta tutta fuori di noi, tuttavia, significa “essere divisi non essere pienamente vivi” (Hanh, 1993).  Continua a leggere

Raccontare la depressione attraverso l’autoritratto fotografico

Oramai suona quasi come un mantra: “L’Organizzazione Mondiale della Sanità dichiara che nel 2020 la depressione sarà la più diffusa al mondo tra le malattie mentali e in generale la seconda malattia più diffusa dopo le patologie cardiovascolari”.

Una previsione da brivido se pensiamo che il 2020 è alle porte e soprattutto se consideriamo che per molti aspetti la nostra qualità di vita sembra peggiorare!

Date queste premesse, viene da porci una semplice ma non banale domanda… cos’è la depressione?  Continua a leggere

“Stiamo Fuori 2016” – Festival della Psicologia

festival della psicologia 2016

“Stiamo Fuori 2016”: il Festival della Psicologia torna nelle piazze di Roma 

Dopo il successo dell’edizione 2015, capace di richiamare oltre undicimila appassionati e curiosi, torna “Stiamo Fuori”,  il Festival della Psicologia organizzato dall’Ordine degli Psicologi del Lazio con il patrocinio del Ministero della Salute, per fare conoscere al pubblico, in modo originale e interattivo, le numerose risorse offerte dalla scienza della mente.

Quest’anno l’iniziativa si fa più ricca… vediamo come…

23 e 24 maggio nelle piazze di Roma

Tre location, distinte per aree tematiche:

  • Piazza San Silvestro (perinatalità e scuola);
  • Piazza del Popolo (alimentazione e cronicità);
  • Piazza della Repubblica (lavoro e sport).   

In queste tre piazze i gazebo dell’Ordine, aperti dalle 10 alle 21, offriranno ai cittadini un’ampia gamma di opportunità conoscitive e ludiche per familiarizzare con la psicologia: sarà possibile fruire di supporti didattici inediti; accedere a simulazioni, attivazioni e giochi di ruolo; prendere parte a test ed esperimenti scientifici; confrontarsi sui propri obiettivi, di vita o di lavoro, con la consulenza di specialisti accreditati.

Studi aperti nel Lazio

Fino al 31 maggio sarà possibile scaricare, dal sito dell’iniziativa, un voucher per un colloquio gratuito con un professionista, da utilizzarsi per tutto il 2016, ed eventualmente proseguire in un percorso di consulenza o di psicoterapia a tariffa agevolata.
Le psicologhe-psicoterapeute dell’associazione altrove* aderiscono all’iniziativa nelle aree tematiche:

E-book tematici

L’Ordine degli Psicologi del Lazio ha realizzato degli e-book ricavati dai principali spunti emersi nell’edizione 2015, finalizzati a rendere ancor più coinvolgente l’esperienza dei partecipanti. I testi possono essere scaricati gratuitamente sul sito della manifestazione e sono organizzati per aree tematiche.

Tornando alle piazze, ciascuna location si focalizzerà su ambiti specifici.
In Piazza San Silvestro, le attivazioni riguarderanno la perinatalità e la scuola: i neo-genitori potranno ricevere informazioni sul comportamento del bambino e sulle scelte da adottare nei suoi primi mesi di vita, mentre chi ha figli più grandi potrà avere spunti su come motivarli e indirizzarli nello studio.
In Piazza del Popolo, si parlerà di alimentazione e cronicità: accanto all’ampio ventaglio di temi connessi al rapporto con il cibo, si approfondiranno le questioni legate allo stress correlato agli stati di malattia.
In Piazza della Repubblica, infine, verranno toccate le problematiche connesse al lavoro e allo sport: chi vorrà potrà acquisire indicazioni sulla valorizzazione del proprio curriculum e delle proprie competenze, sulla formazione professionale, sulla risoluzione delle principali criticità della vita lavorativa. Gli sportivi, invece, avranno accesso alla gamma di soluzioni utili a migliorare la performance e sperimentare il “Biofeedback”: uno strumento d’avanguardia utilizzato dagli atleti professionisti per la valutazione dello stress, basato sulla misurazione di particolari parametri psicofisiologici.

“Dopo la grande partecipazione del 2015 – spiega Nicola Piccinini, presidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio – abbiamo deciso di prolungare l’orario della manifestazione e predisporre ancora più strumenti per l’interazione con i visitatori. Inoltre, abbiamo realizzato dei prodotti digitali gratuiti utili ad accrescere il valore del confronto con gli specialisti. Insomma, come e più che nella passata edizione, mostreremo ai cittadini, concretamente, in che modo la psicologia può contribuire al loro benessere, migliorando su diversi versanti la qualità della loro vita”.

Ma perché questa iniziativa ci sembra così importante?
Perché intende promuovere un’idea di circolarità di esperienze e conoscenza, attraverso l’incontro e lo scambio fra cittadini e professionisti della Salute.
Le piazze sono da sempre il luogo privilegiato per attivare un dialogo, nella piazza ci si incontra e racconta, circolano desideri, progetti, emozioni, si costruiscono relazioni e conoscenza, ma ci si confida anche le proprie difficoltà, timori, paure e dolori. Nella piazza si incontrano passato, presente e futuro, di tutte le età…
…è infatti nelle piazze che questa iniziativa scende in campo, per permettere un dialogo fra psicologi e cittadini, accogliere difficoltà e desideri delle persone e allo stesso tempo far conoscere le molteplici modalità con cui il lavoro dello psicologo può essere utilizzato per migliorare la qualità di vita e dei contesti in cui viviamo.

In quest’ottica la psicologia si fa sempre più interrattiva con il territorio, sempre più vicina e in ascolto ai bisogni della vita quotidiana, aprendo anche le porte degli studi professionali degli psicologi aderenti, per continuare a promuovere questo dialogo per tutto il corso del 2016.

Tutti i dettagli sul sito ufficiale http://festivalpsicologia.it/

Stress Psicologico – perché tutti ne parlano?

In questo articolo vogliamo parlarvi di un argomento che oramai riempie pagine di libri, pagine web e soprattutto le nostre vite… lo STRESS… ma vogliamo provare a farlo attraverso una visione un po’ umoristica e un po’ scientifica, calandola nella vita di tutti i giorni e… con un finale forse inattesoContinua a leggere

Meno sonno, meno Salute

disturbi del sonno e benessere psicofisico
I disturbi del sonno costituiscono un problema globale medico e psicologico che mette a rischio la qualità di vita per almeno il 45% della popolazione mondiale, interessando in maniera sempre maggiore anche gli anziani e i bambini.
In Italia tre adulti su dieci hanno un rapporto complicato con il riposo notturno.
Il 50% dice di svegliarsi spesso nel cuore della notte, mentre il 45% non riposa abbastanza perché si addormenta tardi e si sveglia presto la mattina. Oltre il 40%  passa notti agitate e dà la colpa a preoccupazioni e stress in privato o sul lavoro, mentre il 16% sente la pressione delle scadenze: troppe cose da fare in poco tempo. In particolare è un fenomeno in aumento per le donne (Finzi, AstraRicerche, 2012).

I rischi più comuni dell’insonnia:  Continua a leggere

La relazione di coppia durante la gravidanza

diventare_genitori

La gravidanza introduce nella coppia la presenza di un terzo che induce modificazioni nello spazio di coppia. Si tratta di un’esperienza di reciproco adattamento che si muove dalla transizione di essere in gravidanza a quella di essere una famiglia.

I due neogenitori si troveranno a dover far posto al bambino nel sistema familiare, preparandogli uno spazio fisico ed emotivo, e questo implicherà una profonda ridefinizione della relazione della coppia.  Continua a leggere