Letizia Battaglia. Qual è la vera follia?

Foto di Letizia Battaglia - 1993 - Rosaria Schifani

Foto: Letizia Battaglia – Rosaria Schifani, 1993

Gli orrori degli anni di piombo, le pozze di sangue dei morti ammazzati, la povertà rinchiusa nei vicoli di una città decadente, lo sguardo amaro dei bambini condannati ad essere adulti prima del tempo, l’innocenza dei pazzi in manicomio… Letizia Battaglia racconta Palermo, la sua città, odiata e amata nel profondo, dalla quale è più volte fuggita, ma sempre ritornata.

Racconta l’odore rancido del sangue e della povertà, una povertà fatta non solo di indigenza, ma soprattutto di privazione della libertà, della giustizia, della possibilità di dare respiro ad un popolo soffocato dalla paura.
Continua a leggere

La fotografia sociale di Gianni Berengo Gardin

Foto di Gianni Berengo Gardin

Foto: Gianni Berengo Gardin

Su Gianni Berengo Gardin si è detto e scritto a volontà, e lui stesso si è raccontato molto nelle numerose interviste rilasciate. La sua bravura è nota a tutti e la bellezza delle sue fotografie innegabile… ma bravura e bellezza sono due categorie che non ci dicono molto, se non per esprimere una sintesi di gradimento.
I suoi scatti vanno assaporati e rivissuti, perché sono narrazioni di vita, del nostro paese, testimonianze che raccontano le persone e l’Italia, dagli anni 50 ai nostri giorni.  Continua a leggere

Raccontare la depressione attraverso l’autoritratto fotografico

Oramai suona quasi come un mantra: “L’Organizzazione Mondiale della Sanità dichiara che nel 2020 la depressione sarà la più diffusa al mondo tra le malattie mentali e in generale la seconda malattia più diffusa dopo le patologie cardiovascolari”.

Una previsione da brivido se pensiamo che il 2020 è alle porte e soprattutto se consideriamo che per molti aspetti la nostra qualità di vita sembra peggiorare!

Date queste premesse, viene da porci una semplice ma non banale domanda… cos’è la depressione?  Continua a leggere

Laboratori in calendario, ottobre-dicembre 2015

L’Associazione altrove* presenta i laboratori attivi per la stagione ottobre – dicembre 2015.
I nostri laboratori sono percorsi esperenziali, di gruppo, di uno o più incontri, su temi di comune interesse, ma anche spazi di confronto e condivisione su tematiche che ci coinvolgono in particolari fasi della vita.
Ciascun laboratorio rappresenta una cornice spazio temporale per costruire insieme conoscenza ed esperienza sui temi proposti e per coinvolgersi attraverso il gruppo o restare semplicemente in ascolto di sé e degli altri.
Caratteristica dei nostri laboratori è l’affrontare ogni tema attraverso diverse forme d’arte e di espressione (cinema, fotografia, scrittura, ecc…) per riscoprire risorse e potenzialità in ognuno di noi e gestire più serenamente la convivenza quotidiana con se stessi e con gli altri.

Laboratori in calendario, ottobre – dicembre 2015

Laboratorio a Roma su rilassamento e gestione dello stressRILASSAMENTO E GESTIONE DELLO STRESS
Laboratorio sulle pratiche di rilassamento, per acquisire un bagaglio di tecniche utili a migliorare il proprio benessere psicocorporeo e gestire tensioni e stress quotidiani.

Laboratorio a Roma su psicologia e alimentazioneCUCINARE IL SAPORE DEI RICORDI
Laboratorio sull’esperienza suggestiva del gusto, per esplorare il proprio rapporto con il cibo e valorizzare la dimensione del nutrimento come conoscenza e crescita della propria persona.

Laboratorio a Roma su psicologia e rapporti di coppiaLE ESPRESSIONI DELL’AMORE
Laboratorio sulle esperienze dello stare in coppia, per riflettere su criticità e risorse di proprie modalità di vivere in relazione con l’altro e poter migliorare il benessere della vita relazionale.

Laboratorio a Roma su psicologia e viaggiSUGGESTIONI DI VIAGGIO
Laboratorio sui racconti di viaggio attraverso le proprie fotografie, per esplorare sensazioni ed emozioni che ci raccontano di noi e focalizzare aspetti di sé che il viaggio ci ha permesso di conoscere.

Il sale della terra di Wim Wenders

Il sale della terraIl sale della terra non è soltanto un film…è un film e una mostra fotografica…il sale della terra non è soltanto un film e una mostra fotografica…è soprattutto un viaggio…un viaggio nel terrificante e incantevole mondo narrato attraverso lo sguardo di Sebastião Salgado e la sapiente guida di Wim Wenders, accompagnato alla regia dallo stesso figlio di Salgado, Juliano. Un viaggio nella vita e nell’opera del fotografo brasiliano, narrata da lui stesso, attraverso i suoi progetti fotografici e insieme ai personaggi significativi della sua vita.  Continua a leggere