La relazione di coppia durante la gravidanza

diventare_genitori

La gravidanza introduce nella coppia la presenza di un terzo che induce modificazioni nello spazio di coppia. Si tratta di un’esperienza di reciproco adattamento che si muove dalla transizione di essere in gravidanza a quella di essere una famiglia.

I due neogenitori si troveranno a dover far posto al bambino nel sistema familiare, preparandogli uno spazio fisico ed emotivo, e questo implicherà una profonda ridefinizione della relazione della coppia. 

Anzitutto diventare genitori comporta l’elaborazione di tutta una serie di cambiamenti, di perdite, di ristrutturazioni, sia della realtà esterna, sia del proprio mondo interno. Già durante la gravidanza inizia la de-fusione di certi livelli nella coppia, il reinvestimento di energie  libidiche, lo spostamento di cariche dal sé o dal partner al nuovo nato che viene a rappresentare, per ciascuno dei membri, una parte del loro sé, una parte del partner, una parte dei genitori di origine, ma allo stesso tempo un elemento nuovo che nessuno sa quanto e se si adatterà allo spazio e alle aspettative che gli sono state predeterminate.

Il bambino ancora in grembo riattualizza le relazioni che i due hanno avuto con i propri genitori, attivando sentimenti atavici del proprio sé infantile. È in atto allo stesso tempo una riproposizione di conflitti arcaici con i propri genitori dello stesso sesso, che è l’equivalente della lotta interna di scegliere se negare o ripetere il modello proposto dal genitore.

L’attesa di un figlio può essere accompagnata da momenti critici e conflittuali della coppia ed è fondamentale che si continui a preservare anche il proprio spazio a due. In alcuni casi il padre può vivere sentimenti di esclusione, la donna può chiudersi in isolamento nella sfera dell’unità madre-bambino oppure disinvestire nel rapporto col nascituro a beneficio del compagno, si possono irrigidire modalità disfunzionali presenti già prima della gravidanza.
Ancora, la nascita di un figlio richiede una base sicura rappresentata dalla precedente fase del ciclo vitale della coppia, dalla formazione di un soddisfacente rapporto di coppia.
Questa situazione permetterà alla coppia di identificare il proprio modo di voler essere genitori e di trovare la nuova forza del loro legame: l’alleanza genitoriale.

Antonietta Dattola
Psicologa – Psicoterapeuta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...